Chi sono

Classe 1971, sono sposato e padre di due splendidi ragazzi: Chiara e Samuele.

Dopo il Baccalaureato in Filosofia e il diploma di Laurea in Teologia presso l’Università Pontificia Salesiana, ho conseguito la Laurea in Scienze dell’Educazione all’Università di Torino.

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti, attualmente insegno Religione nelle scuole superiori.

Nel 2014 ho scritto il mio primo libro: “Radicati in Lui” – Gli esercizi spirituali nel carisma salesiano

Il 15 Novembre 2015 sono stato ordinato Diacono permanente.

Dimenticavo…potete seguirmi su Facebook

Annunci

25 pensieri su “Chi sono

  1. Grazie per l’intervento in merito al mio ultimo post pubblicato su “Il Caffè piacentino”. Ho visionato il tuo sito e l’ho trovato interessante. Ho visto, inoltre, che hai messo il mio blog tra i tuoi links. Tale scelta mi onora e desidero contraccambiare il favore facendo altrettanto. A presto in rete!

  2. salve….sono una mamma single e con un reddito che rasenta lo zero………ho chiesto un aiuto per l’affitto (è quello il mio grosso problema)perchè un piatto di pasta riesco a metterlo a tavola grazie al padre di mia figlia che nonostante abbia un reddito basso ci”mantiene”ma 500 euro di affitto nn ce la fà a tirarli fuori.vorrei riuscire ad avere una casa dell’edilizia popolare mi son rivorla ad agosto al resonsabile della mia città ed alla responsabile degli aiuti sociali per questo mio periodo nero…….ma da agosto ci siamo visti,sentiti ma dicono che nn possono certo pagarmi gli affitti arretrati o darmi una casa popolare così su due piedi……io lavoro saltuariamente come bidella e vi assicuro che vedo”zingari”che mandano i figli a scuola senza manco una penna(ma vestiti all’ultima moda)con i buoni timbrati esenti e le case popolari……..vedo anche italiani che riescono ad avere aiuti nonostante facciano viaggi ed abbiano le macchinone…..allora io mi chiedo….PERCHè NN SI GUARDA REALMENTE IL TENORE DI VITA DI UNA PERSONA NELL’ERA DELL’INFORMATICA????perchè conosco gente che dichiara zero ma ha una vita da superusso????io mi faccio regalare i vestiti dai parenti,mi faccio prestare soldi da amici e a volte nn ho i soldi dell’autobus e mi faccio anche 5 km a piedi(male nn mi fà per cartità)……è una guerra tra poveri che nn sopportano che uno abbia ingiustamente dei privilegi che NN MERITA!!!!!!!la social card????che se ne fà uno di 40 euro al mese??la spesa 2 giorni????perchè i politici nn si abbassano un pochino lo stipendioe ridistribuiscono quello che risparmiano a chi ne ha bisogno?????se si togliessero gli extra i politici e si accontentassero della paga quanto si risparmierebbe???perchè invece nn si pensa che l’uomo và sulla luna e quasi su marte ed ancora il dentista è un lusso????a me nn hanno potuto togliere un granuloma e me lo tengo………dovrei mettere l’apparecchio e nn posso…….eppure i politici hanno la cassa medica che comprende dei privilegi ben + grandi dei nostri…basta smetto sennò scrivo un’altra casta,libro che nn riesco a leggere dal vomito che mi viene…..e nn posso vomitare sennò mi tocca rifarmi la pasta all’olio………un saluto a tutti

  3. l’ho già detto.Siamo un paese sudamericano .Dove studia il ricco a spese della comunità(nessuno controlla!!!).Dove i posti vengono trasmessi da padre a figlio ( Vedi banche , Rai , statali , parastatali ecc ).Le lauree regalate o se proprio si vuol esagerare comperate .Un km di autostrada va a dar da mangiare a bocche insaziabili . Scandali d truffe politiche sono all’ordine del giorno .Nessuno si dimette (vedi Jervolino-vergognosa ).Ma allora mi domando perchè mai bisogna aprire un dialogo e con chi non intende ascoltare ?Troppo buonismo !va contro i poveri , i malati e gli esclusi . E’ vero che i primi saranno gli ultimi e viceversa .Ma perchè , intanto , una volta pizzicati con le mani nella marmellata , non li mandano a far strade , ferrovie e opere socialmente utili ? (oltre a restituire il maltolto).Illusioni : cane non mangia cane !!!
    alla prossima

  4. Grazie Paolo per l’incoraggiamento e per i complimenti. Io pure condivido lo stile del tuo blog, soprattutto quando scrivi: “Siamo convinti che il dibattito culturale e politico deve avere la capacità di essere mite e non provocare tensione, conflitto, rissa perchè questo introduce un elemento di inquietudine, di paura e di sfiducia”.
    Quando vorrai passare di qui..sarai il benvenuto…
    ciao
    fr.david

    P.s. Pur essendo frate francescano,amo il carisma di giovanni bosco(sono cresciuto in una parrocchia salesiana..!!!).

  5. Passo a ringraziare per il commento sul mio blog-senza-pretese.
    Ma poi mi fermo perchè mi ci trovo bene.
    Leggo che condividiamo alcune attività parrocchiali e l’amore per i ragazzi.
    Del resto, guardare al futuro è sempre meglio che involversi sul passato.
    Quindi stare con i giovani per proiettarsi con loro nel domani e stare con Dio per garantirci la vita vera.
    Un saluto cordialissimo!

  6. ciao Paolo grazie per essere passato nel mio blog.
    Io sono appunto della provincia di Salerno, ho visto il tuo profilo, molto bello, sei una persona in gamba, preparato e sensibile. Si capisce. Viviamo dei tempi veramente bui in cui essere cristiano richiede fermezza. Ti faccio un esempio, su facebook per avere augurato una buona serena quarta domenica di quaresima mi hanno scritto cose offensive dicendo che volevo evangelizzare e ciò anche da parte di chi mi conosce nella vita. Ciao collega….

  7. Ciao Paolo vorrei iscrivermi, ma non so’ leggere l’inglese, eheheh mi potresti aiutare? Non so’ neanche io come…un sorriso e grazie per quel che fai per i giovani…

  8. QUESTO E’ IL MOMENTO CHE I CRISTIANI E I CATTOLICI DOVREBBERO UNIRSI (ANCHE POLITICAMENTE) ANZICHE’ DIVIDERSI MILITANDO IN VARI PARTITI

    Il problema dei politici odierni è che non hanno più niente di ciò che sarebbe necessario al bene comune; mentre hanno molto di ciò che va a favore delle fazioni e dell’egoismo. Essi non han più il moschetto fascista, come la falce e il martello comunista; ma tutti, pur predicando a parole la libertà, nell’intimo sono schiavi della antica triplice disgrazia, cioè senso, danaro, potere.

    Tutta la perenne mobilitazione delle democrazie cosidette, per analizzare la “situazione politica” anziché risolvere i problemi, è solo il tentativo di conquistare e conservare il potere.

    Essi non avendo più sostanza di idee, secondo la legge di Dio e il bene conseguente dell’uomo, passano il tempo a occuparsi più dei fatti propri (sotto forma di litigiosità faziosa) che del bene del paese e del mondo. Non si cerca più il Buon Governo ma il miglior modo di governare a discapito altrui. E quesato modo di governare, questa lezione di alta e antica politica (come nelle polis greche quando il mondo era diviso in schiavi e liberi) è frutto sia dei miscredenti che dei falsi credenti.

    Ora i miscredenti son quelli che sono, cioè dei perduti, dai quali c’è poco da attendersi anche politicamente, se non si ravvedono; più pericolosi e colpevoli, perché tradiscono inaspettatamente, sono invece i falsi credenti, gli ipocriti che popolano i partiti cristiani e che di cristiano (tantomeno di cattolico) ormai non han più niente .

    Morale della favola e conclusione del discorso, è che proprio nel momento che cristiani e cattolici dovrebbero essere più uniti contro la barbarie sostanzialemnte anticattolica e antidemocratica, nichilista e antivitale, han trovato il modo di dividersi e perdurare in questa drammatica disperdenza, militando ovunque, tranne che nella Chiesa e nel cattolicesimo, e spesso nemmeno nel cristianesimo.

    Di fronte a questo dato di fatto, l’eccessivo moderatismo che non dice chiaramente come stanno le cose, e magari accusa di “fanatismo” chi come il sottoscritto ha il coraggio di mettere il dito nella piaga, in realtà finisce per fare il gioco delle forze della barbarie; cioè del neopaganesimo sempre più imperante, che vede sempre meglio realizzarsi il disegno di eliminare il cattolicesimo dall’Italia e dal mondo, per neutralizzare l’industria più potente e pericolosa, in grado di promuovere davvero il bene comune del Pianeta, cioiè la militanza (e non tanto la docenza) della Chiesa, che può invero intrufolarsi e impestare tutti gli ambienti e i luoghi della terra.

    Insomma a far paura effettiva, non è tanto il Papa e la gerarchia ecclesiale; quanto il popolo cattolico e cristiano, che se autentico, può davvero incendiare il mondo e distruggere tutti i virus e i microbi contrari alla salute e alla buona crescita della società civile.

    Buona Pasqua,

    Orlando Metozzi

  9. Sono un insegnanta di italiano e storia in un istituto Tecnico commerciale della provincia di Potenza, con alcuni colleghi abbiamo abbiamo creato un’ associazione con l’obiettivo di testimoniare la Buona Novella di Gesù nella scuola e di promuovere, servendosi del metodo preventivo di don Bosco, attività sane e sante nell’exstrascuola. Visitate il sito dei nistri ragazzi http://www.cronoscout.wordpress.com.
    Cordialmente in Cristo
    Enzo

  10. Ciao Paolo,
    volevo complimentarmi per il tuo blog. Bello e utile davvero. Ti metterò in preferiti e lo segnalerò presto sul mio blog, molto più scalzo…
    PS: per caso sei tu il Paolo che ieri ha lasciato un commento sul mio ultimo post?

    Saluti e complimenti davvero.

  11. anche noi condividiamo quello che è stato scritto nel blog

    oggi è veramente difficile andare avanti e ci sono molte situazioni ingiuste

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...