Le caustrali in preghiera

Nel silenzio profondo della clausura palpita la luce. La preghiera per l’elezione del nuovo Pontefice è piena di pace. Sale a Dio ininterrottamente, come incenso soave. «Nel mio cuore risuonano le parole di santa Caterina da Siena: anche per me il Papa è “il dolce Cristo in terra” – dice suor Maria, monaca domenicana di Cremona –. Con le mie consorelle elevo a Dio orazioni intense ed affettuose per il nuovo Pontefice e per i cardinali elettori, perché scelgano la persona più idonea.

Noi non esprimiamo desideri particolari, nella certezza che il nuovo Papa, a qualsiasi nazionalità appartenga, sarà il segno di Gesù Buon Pastore. Ogni mattina, dopo la Comunione, invochiamo con un canto lo Spirito Santo, fiduciose che aleggerà nel prossimo conclave. Il nostro cappellano recita la colletta della Missa pro eligendo Romano Pontifice. All’Ora Terza, durante la recita del Rosario comunitario, affidiamo alla Santa Vergine questa pagina importante della storia della cristianità. Preghiamo per il nuovo Papa anche durante i Vespri. Inoltre ogni monaca porta questa intenzione nelle sue orazioni personali, con tanta fiducia in Dio».
Il pensiero per il nuovo Pontefice è unito a quello per Benedetto XVI: «Ora è lui il cuore orante della Chiesa. La sua sede sarà un monastero, abitato fino a poco tempo fa da claustrali – sottolinea suor Maria –.Vogliamo seguire l’esempio di Benedetto XVI: come lui, anche noi claustrali fin d’ora promettiamo obbedienza incondizionata al suo successore».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...