Profanata la tomba di don Peppino Diana

Ignoti, nella scorsa notte, hanno profanato, nel cimitero di Casal di Principe, la tomba di don Peppino Diana, sacerdote ucciso dalla camorra e dalla violenza del clan dei casalesi nel 1994. Hanno trafugato un Follaro d‘oro che era riposto sulla tomba del sacerdote (clicca qui).

Il Follaro era una targa d‘oro che raffigurava una mano, donata da don Luigi Ciotti, presidente di Libera, tre anni fa, dopo aver ricevuto il riconoscimento. Il coordinamento provinciale di Caserta e il Comitato don Peppe Diana, racconta il coordinatore Valerio Taglione, si sono subito attivati con gli organizzatori del Follaro d‘Oro “per fare in modo che una copia dell’onorificenza torni al suo posto sulla tomba di don Diana”. Insomma, “l‘indignazione per questo gesto è tanta”. Per le organizzazioni di Libera in Campania e il Comitato Don Peppe Diana si tratta di “un gesto grave perché colpisce la memoria che rappresenta l’avvio del percorso di risalita dall‘abiezione dell‘esperienza mafiosa sui nostri territori”. Per questo Libera e il Comitato Don Peppe Diana hanno organizzato una mobilitazione sabato 21 alle 9.30 al cimitero di Casal di Principe per rendere omaggio alla tomba di don Peppe.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...