Vocazione e affettività

“Oggi c’è una grande crisi di speranza, anche a livello vocazionale, perché viviamo in un tempo e in una cultura in cui tutto sembra congiurare contro la speranza”: lo ha detto al Sir mons. Nico Dal Molin, direttore del Centro Nazionale Vocazioni, che sta svolgendo a Siena il XXVII Seminario nazionale di formazione sulla direzione spirituale a servizio dell’orientamento vocazionale (clicca qui). Tema dell’incontro cui partecipano alcune centinaia tra direttori spirituali, formatori nei seminari e negli istituti religiosi, educatori e laici impegnati, è “Il fuoco dell’amore e l’educazione affettiva. Nel discernimento e nell’accompagnamento vocazionale alla luce di Santa Caterina da Siena”.

“In un’epoca come la nostra in cui si rischia di vivere un amore ammalato e banalizzato – prosegue mons. Dal Molin – l’accompagnamento spirituale esige la capacità di immedesimarsi nella vita delle persone. Bisogna cioé riscoprire la via amoris di S. Caterina, superando i limiti del nostro piccolo ‘io’ raggrinzito e vivere appieno questo decentramento”. “L’accompagnamento – conclude – domanda un decentramento totale perché ricerca la beatitudine dell’altra persona a cui mi metto al fianco. E ciò vale anche e soprattutto in campo vocazionale”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...