Pillola abortiva RU486: stop dal Senato

 Stop alla commercializzazione della pillola abortiva Ru486. Si dovrà attendere un parere tecnico del ministero della Salute sulla compatibilità tra la legge 194 sull’aborto e la nuova pullola abortiva. Lo ha stabilito la commissione Sanità del Senato. La commissione ha infatti approvato, a maggioranza, con il voto favorevole di Pdl e Lega e quello contrario del Pd, il documento finale dell’indagine conoscitiva sulla RU486 presentato dal presidente e relatore Antonio Tomassini.

Nel documento si chiedeva appunto di fermare la procedura di immissione in commercio della pillola abortiva in attesa di una verifica sulla compatibilità. Il ministro Maurizio Sacconi ha già anticipato che esprimerà un parere “sostanzialmente conforme alla delibera dell’Aifa“, sottolineando che servirà un “robusto monitoraggio” sulla conformità della pillola abortiva alla legge 194 sull’aborto.

COME FUNZIONA

La RU 486 (da non confondere con la pilola del giorno dopo) è una pillola abortiva che si assume per via orale che può essere utilizzata entro i primi 49 giorni dal concepimento, cioè nelle prime 7 settimane. I farmaci che provocano l’aborto farmacologico sono in realtà due, il mifepristone, che si prende il primo giorno e blocca gli effetti del progesterone, necessario alla gravidanza, e il misoprostolo, una sostanza della famiglia delle prostaglandine che provoca l’espulsione dell’embrione. ll medicinale dovrà essere somministrato in ospedale, in coerenza con la Legge 194 che regola l’aborto. Il farmaqco ha anche un prezzo, anche se le spese saranno sostenute dalle Asl e non a carico dei cittadini: la confezione da una compressa costerà 14,28 euro, quella da tre 42,80 euro.

Annunci

3 pensieri su “Pillola abortiva RU486: stop dal Senato

  1. E i soliti cattolici adulti sono già pronti a votare contro questo provvedimento… e pensare che ai tempi della moratoria di Ferrara dicevano che lui sbagliava solo il modo perché nei contenuti aveva ragione…Bah

    L’oste

  2. Al di là dei commenti da cattolico, da cittadino vi chiedo: sapete qual’è il motivo per cui la pillola va presa entro i 49 giorni dal concepimento? Perchè non 48 oppure 50? Come viene fissato questo termine? E per l’aborto come viene fissato?
    Lo chiedo per vedere quanti lo sanno.
    Io quando ho scoperto la motivazione, sono rimasto disgustato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...