Test antidroga: Casini lo fà, Cicchitto no…

Mentre il leader dell’Udc, Pier Ferdinando Casini, annuncia di sottoporsi al test antidroga per i parlamentari, che prende il via oggi, il capogruppo Pdl, Fabrizio Cicchitto, in una nota, spiega la sua scelta di non fare il test.

A parte il fatto che qualora si entrasse in questo ordine di idee, allora il controllo dovrebbe riguardare, per avere un senso, tutta la classe dirigente del Paese, dai parlamentari ai presidenti di Regione, ai sindaci delle citta’ di una certa dimensione, ai magistrati, agli alti ufficiali dell’esercito, delle forze dell’ordine e ai presidenti e agli amministratori delegati delle grandi imprese; a me sembra che cio’ che spinge a questa misura sia fondamentalmente un grave complesso d’inferiorita’. Tutto cio’ e’ la conseguenza del fatto che, da alcuni mesi a questa parte dalla vita privata di Berlusconi si e’ passati ad occuparsi della vita privata di ogni appartenente alla classe politica. Poi si passera’ inevitabilmente alla vita privata di molti altri, come e’ nella logica perversa della spirale messa in moto…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...