Regolarizzazione badanti: via libera alla sanatoria

Via libera delle Commissioni Bilancio e Finanze della Camera alla regolarizzazione per colf e badanti. La misura e’ contenuta in un emendamento dei relatori al dl anticrisi. La norma conferma la necessita’ di una soglia di reddito minima di 20.000 euro per la regolarizzazione di colf da parte di un datore di lavoro single. Nel caso di una famiglia il reddito complessivo non deve essere inferiore a 25.000 euro. La riformulazione dell’emendamento chiarisce che tali soglie di reddito sono richieste esclusivamente per la regolarizzazione di colf e non per la regolarizzazione di badanti. Per queste ultime viene specificato che l’assunzione puo’ essere effettuata dal soggetto stesso bisognoso di assistenza, oppure per l’assistenza di componenti della propria famiglia anche se non conviventi.

Questo significa che, ad esempio, un figlio puo’ regolarizzare una badante che assiste un genitore che vive in un’altra casa. Possono essere regolarizzati lavoratori italiani, appartenenti all’Unione Europea o extracomunitari che alla data del 30 giugno 2009 lavoravano da almeno tre mesi presso la famiglia che ora si fa carico di presentare la domanda di emersione. Per la sanatoria delle badanti e’ richiesto il certificato medico che attesti la limitata autosufficienza. La dichiarazione di emersione deve essere presentata insieme al pagamento di un contributo forfettario di 500 euro per ciascun lavoratore. Ogni famiglia puo’ regolarizzare una

Annunci

Un pensiero su “Regolarizzazione badanti: via libera alla sanatoria

  1. VINCOLIAMO IL CONTRATTO BADANTI PER ALMENO 2 ANNI…altrimenti noi famiglie ci troveremo al più presto nella stessa identica situazione di adesso…alla ricerca di personale non in regola in quanto quelle con regolare permesso di soggiorno NON SI DEDICANO PIU’ ALL’ASSISTENZA ALLA PERSONA motivo per il quale sono state precedentemente invitate in Italia.
    PENSATE ANCHE A NOI FAMIGLIE PER FAVORE..
    Ora come ora costa moltissimo regolarizzare una badante…per poi??? restare senza assistenza nuovamente? Rifare la trafila di ricerca nuova badante, rinsegnare tutto , restare a casa dal lavoro, riabituare l’anziano ad un altra persona …
    E tutto questo pesa sempre e soltanto su NOI DONNE…
    AIUTATECI…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...