Milano africana? per “Famiglia Cristiana” l’Expo 2015 c’è grazie all’Africa

‘Famiglia Cristiana’ di questa settimana critica il presidente del Consiglio Berlusconi che definisce Milano “una città africana”, situazione “inaccettabile” per contrastare la quale è necessario moltiplicare la “politica dei respingimenti”. “Paragonare Milano a una città africana – si legge nell’editoriale di apertura del settimanale cattolico – è anche ingeneroso se non ingiusto, soprattutto nei confronti di quei Paesi africani che, con il loro voto determinante, hanno permesso a Milano di vincere la sfida con la città turca di Smirne per l’assegnazione dell’Expo 2015. I nodi problematici del Paese non si sciolgono con le battute”.
“Ma l’Italia – si chiede ancora ‘Famiglia Cristiana’ – è, sarà o dev’essere ‘multietnica’? Al presidente del Consiglio (e ai suoi alleati della Lega) questa prospettiva non piace”. Eppure, per la testata dei Paolini, “oggi, tutto il Paese e non solo Milano è già, se non ‘multietnico’, almeno ‘multiculturale’. E’ un dato di fatto, vista la presenza di tanti immigrati regolari che lavorano, pagano le tasse e sostengono la nostra economia”.
Annunci

Un pensiero su “Milano africana? per “Famiglia Cristiana” l’Expo 2015 c’è grazie all’Africa

  1. Sinceramente non capisco il sempre più frequente buonismo moraleggiante di Famiglia Cristiana. A volte sembra davvero che vivano su un altro mondo…

    Come mai ad esempio non si scandalizzano di qui cinesi che a piazza Vittorio (parlo di Roma ovviamente) acquistano appartamenti d’epoca e li riempiono poi con decine e decine di loro connazionali irregolari tenendoli in ostaggio, facendoli lavorare anche 18 ore al giorno, dormire stipati peggio dei lager, e minacciandoli di non parlare altriementi li rispedisconoa casa?
    Qualche settimana fa si è scoperto nel quartiere Prati un enoreme giro degli imigrati bengalesi gestito interamente da…bengalesi stessi! Stessa dinamica dei cinesi: condizioni igieniche terrificanti, sfruttamento, ricatti ecc.

    Ci rendiamo conto di questo? Ci rendiamo conto che la vera guerra sull’immigrazione non è tra italiani e stranieri ma spessissimo è tra stranieri stessi? Riusciremo a vedere i fenomeni con realismo senza ammantare per forza lo straniero di un abito naif che non necessariamente ha?

    Kidman

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...