E’ uscito il nuovo libro di Nicola Legrottaglie: “Ho fatto una promessa”

Il libro autobiografia di Nicola Legrottaglie, difensore della Juventus,  dal nome “Ho fatto una promessa” è uscito il 24 marzo. Il difensore, fervente Cristiano evangelico, parla di temi importanti come aborto, educazione sessuale, eutanasia, fecondazione artificiale e anche omosessualità. E non lascia adito a dubbi, chiarendo senza indugi le sue posizioni più che nette sull’essere gay: “Oggi viene vista come una moda, una maniera come tante di essere contro. Nella Bibbia c’è scritto chiaro e tondo che, sia maschile che femminile, è peccato. Ma le mie riunioni del lunedì sono aperte anche ai gay. “Sono accusato di essere ‘estremista di fede’ solo perché ho una visione diversa su certi argomenti che oggi sono dati per scontati“.

Nicola Legrottaglie ed è nato a Gioia del Colle nel 1976. È difensore titolare in una delle squadre più blasonate della serie A, la Juventus, ma a chi oggi gli domanda: «Chi sei?», risponde senza indugio: «Sono fratello Nicola, ho incontrato Gesù, leggo la Bibbia». Come calciatore, ha raggiunto l’apice della carriera nel 2003, quando è stato acquistato dalla società bianconera. Al trionfo in campo si è subito accompagnato il successo mondano, condito da larga fama, belle donne e tanti soldi. Tanto da diventare presto il “fighettino” con le mèches bionde e la fama di tiratardi. Fino a quando un incontro gli cambia la vita: quello con Gesù, che gli fa riscoprire la gioia di credere, di pregare e di vivere rispettando i comandamenti. La sua conversione diventa materia di gossip su tutti i giornali. Ma Nicola non si cura delle voci e delle maldicenze, poiché deve mantenere una promessa fatta da bambino: aveva detto a Dio che, se lo avesse fatto arrivare in serie A, gli avrebbe reso testimonianza. È quello che ha deciso di fare raccontando in questo libro tutta la sua storia.

Il centrale della Juventus parla anche del passaggio sfumato al Besiktas, due anni fa, che saltò per questioni burocratiche. Legrottaglie sottolinea come un segno divino la fatalità che lo portò a non trasferirsi in un paese musulmano: “Dio stava lavorando per me“.

Annunci

8 pensieri su “E’ uscito il nuovo libro di Nicola Legrottaglie: “Ho fatto una promessa”

  1. Era ora che anche nel mondo dello sport venissero fuori persone con dei valori che vadano oltre i soldi e le veline.

  2. Devo dire che la sua conversione mi ha molto colpita. Anche perchè non è rimansta nel privato ma ha voluto manifestarla a tutti senza troppi giri di parole. Certamente ha avuto coraggio soprattutto in un mondo, come il calcio, dove la religione di certo non è tra i primi valori.

  3. Ogni volta che leggo o ascolto la testimonianza di un convertito e la forza con cui annuncia Gesù mi faccio sempre un po’ l’esame di coscienza su come io lo annuncio… e mi dico che devo ancora convertirmi!

  4. mi accorgo che è saltato il passo che avevo estrapolato e che era questo:

    E non lascia adito a dubbi, chiarendo senza indugi le sue posizioni più che nette sull’essere gay: “Oggi viene vista come una moda, una maniera come tante di essere contro. Nella Bibbia c’è scritto chiaro e tondo che, sia maschile che femminile, è peccato. Ma le mie riunioni del lunedì sono aperte anche ai gay.

  5. Se questi sono i primi passi di un convertito…
    .
    Non posso vedere la trasmissione, ma mi piacerebbe sapere se questa è la cosa più importante che ha da dire su Gesù, e soprattutto dove ha letto questa versione della Bibbia…
    PS: non intendo dare un giudizio sul cuore dell’autore, intendiamoci. Ma se uno pubblica un libro, allora si può discutere…

    Resto sempre perplesso davanti a questo tipo di conversioni… e leggendo la storia dei “convertiti” mi sembra di entrare in un altro mondo… Charles de Foucauld per esempio… tutta un’altra pasta…
    Ma si sa: il mondo ha bisogno di eroi e supereroi!

  6. Da un’anno da questa parte che io ho conosciuto la ‘Parola’ ….Cambia veramente il nostro modo di vedere le cose e agire…Sono brasiliana e ho sempre avuto un grande amore per Cristo,ma qualcosa non andava bene per me,mancava la ‘base’…..Cioè conoscere ‘LA PAROLA’. In palestra una mia amica missionaria mi mostro il cammino per conoscere seriamente Gesu’.La Bibbia!!!!
    E’ veramente meraviglioso,non posso piu’ fare a meno di Lui e del Suo imenso amore.Oggi mi sento piu’ forte,serena e molto consapevole dei miei passi.

    T E S T E M O N I A N Z A !!!!!! E’ la parola chiave.

    Bravo Nicola,anche noi siamo con te…….

    Beijos Brasil

  7. Qualche volta scopriamo che derti convertiti lasciano perplessi,
    folgorati dalla propria conversione non conoscono la capacità di mediazione, e travolgono tutto senza rispetto per la sensibilità altrui…..
    Talune conversioni mancano di “carità cristiana”

    Contraddizioni intermini?

    Nella storia taluni convertiti sono diventati persecutori.

    E la storia è ciclica….

    Caro Grottaglia… la tua fede la riconoscerò dalle opere, non dalle chiacchiere.
    La verifica di una conversione seria richiede tempi lunghi,
    quindi…
    adda venì baffò…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...