Martiri missionari: oggi giornata dei martiri missionari, 20 uccisi nel 2008

Un elenco che attraversa i cinque continenti, che dall’India arriva all’Iraq, dalla Nigeria al Darfur. Sono venti i missionari uccisi nel 2008, di loro oggi si celebra la memoria, nella giornata in cui la Chiesa ricorda e prega per i martiri missionari, a 29 anni dall’uccisione di monsignor Oscar Arnulfo Romero, vescovo assassinato nel Salvador il 24 marzo del 1980 mentre celebrava la messa.  La Chiesa Italiana si ritrova dunque per celebrare una giornata di preghiera e digiuno, quest’anno dal titolo ‘In catena per Cristo, liberi di amare’, facendo memoria dei missionari martiri e di quanti ogni anno vengono uccisi solo per la loro professione di fede.

Nel 2008 – secondo quanto riferisce il sito delle Pontificie Opere Missionarie – sono stati 20 i religiosi uccisi a causa della loro fede: un arcivescovo, monsignor Paulos Faraj Rahho, vescovo di Mosul, in Iraq, brutalmente assassinato nella sua città; 16 sacerdoti, 1 religioso, 2 laici.  Di questi, 8 sono morti in Asia, 5 in America, 5 in Africa e 2 in Europa, in Russia. In realtà, a questo elenco provvisorio stilato annualmente deve comunque essere aggiunta la lunga lista dei tanti di cui forse non si avrà mai notizia, che in ogni angolo del pianeta soffrono e pagano anche con la vita la loro fede in Cristo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...