Testamento biologico: continuiamo a parlarne…

 La scadenza per la presentazione degli emendamenti al ddl sul testamento biologico, in discussione nella commissione sanita’ del senato, e’ stata posticipata a lunedi’ 23 febbraio.

Una decisione presa oggi nel corso della riunione della commissione al Senato  che accoglie cosi’ una richiesta venuta dal partito democratico per ”raggiungere una sintesi del partito e portare a termine un lavoro responsabilmente condiviso”, come spiega il senatore Ignazio Marino. Una richiesta che consente al Pd di avere piu’ tempo per raggiungere una posizione condivisa sugli emendamenti da presentare in commissione e successivamente in aula, dove il testo e’ stato incardinato a partire dall’assemblea convocata per il prossimo 5 marzo.

Tra le modifiche allo studio del Pd vi e’ ”un maxi-emendamento sulle cure palliative che non sono assolutamente menzionate in questo testo Calabro”’. Quanto alla posizione del Pd sul principio ispiratore del ddl, ovvero l’impossibilita’ di inserire nella dichiarazione anticipata di trattamento sanitario il rifiuto all’alimentazione e all’idratazione, ”stiamo lavorando”, ha detto Dorina Bianchi, capogruppo in commissione, sottolineando comunque che il partito su questi temi ha gia’ espresso la volonta’ di ”lasciare la liberta’ di coscienza”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...