Eluana: un viaggio di almeno due settimane verso la morte

 Eluana non morira’ in fretta…

Ci vorranno almeno due settimane, dal momento della sospensione dell’alimentazione con il sondino, prima che la sua vita si spenga. I medici – secondo un protocollo preciso deciso dalla Corte d’Appello di Milano – dovranno sospendere prima alcuni farmaci, ma non tutti, mantenendo,ad esempio, gli antiepilettici e i sedativi. E una volta tolto il sondino, i medici dovranno ”eliminare eventuali disagi da carenza di liquidi”, umidificando le mucose. Non si sa, ovviamente, se sara’ una morte indolore: si’ per alcuni specialisti e neurologi, secondo i quali sono troppo compromesse le funzioni cerebrali per provare sensazioni di dolore o di piacere. Pero’, secondo Giuliano Dolce, direttore scientifico della clinica Sant’Anna di Crotone, scienziato di fama internazionale, uno dei luminari italiani nella cura degli stati vegetativi, ”il viaggio di Eluana sara’ lungo, come quello della povera Terry Schiavo negli USA qualche anno fa”. ”La sofferenza fisica – avverte – e’ scientificamente provata nei pazienti in stato vegetativo ”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...