Gli statali si vergognano di dire il proprio lavoro ai loro figli

 Non si smentisce mai Renato Brunetta, all’ennesima esternazione contro gli impiegati della pubblica amministrazione e dei “privilegiati” dalla burocrazia. Nel corso del dibattito a Neveazzurra, il seminario invernale di Forza Italia, tenuto a Roccaraso nel tentativo di sferzare i dipendenti del pubblico impiego, ha usato un parallelismo che non è passato inosservato.

“Se uno ora fa il professore, il burocrate, l’impiegato al catasto si vergogna di dire quello che fa”. Ha ammonito il ministro della funzione pubblica in pectore. Ovviamente l’orgoglio aziendale è una policy che emerge se si lavora per la casa di Maranello: “Se invece uno dice faccio il tornitore alla Ferrari, lo dice con il sorriso, l’orgoglio e la dignità. L’impiegato no. Io vorrei che la nostra burocrazia fosse come la Ferrari”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...