Sky: aumenta l’iva e passa dal 10 al 20%

 E’ guerra tra i poli sulla decisione del governo di raddoppiare l’Iva dal 10 al 20 per cento sul canone degli abbonamenti delle pay-tv. Un provvedimento che, inserito a sorpresa nel dl anticrisi, colpisce soprattutto Sky leader del mercato tv satellitare con il 91%, e rinfocola la polemica sul conflitto di interessi del premier Silvio Berlusconi e proprietario di Mediaset, che copre col pacchetto Premium il 5,4% del mercato delle pay-tv.

La tv del magnate Rupert Murdoch è però passata all’immediato contrattacco. Prima con l’intervento in diretta prima delle partite della domenica di una delle star della pay tv Ilaria D’Amico e poi con uno spot in cui attacca direttamente i responsabili del provvedimento il premier (e maggiore azionista di uno dei principali gruppi televisivi concorrenti, vale a dire Mediaset) Silvio Berlusconi e il ministro dell’Economia Giulio Tremonti.

E’è utile ricordare che l’aliquota Iva del 10% sugli abbonamenti pay tv è stata introdotta nel 1995 dal governo di Lamberto Dini. Il senatore Dini è oggi un membro del gruppo del Pdl al Senato. La principale pay tv che operava in Italia in quel periodo era Telepiù controllata per il 34% da Leo Kirch, per il 33% da Nethold of South Africa, per il 23% da Renato Della Valle e per il 10% da Fininvest».

Chi ha ragione?

Annunci

2 pensieri su “Sky: aumenta l’iva e passa dal 10 al 20%

  1. io credo che spendere tanti soldi per vedere la televisione sia una stupidaggine…sono contento se si alzassero i prezzi…forse la gente inizierà a fare qualcosa di più intelligente che farsi fare il lavaggio del cervello dalla tv.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...