Mutuo: tasso fisso o tasso variabile?

 Un tetto del 4% ai mutui a tasso variabile già in essere e ancoraggio al tasso Bce per quelli stipulati dal primo gennaio 2009. Queste le misure sui mutui, contenute nel pacchetto di misure anti-crisi approvato dal Cdm. La quota di interessi superiore al 4% sarà a carico dello Stato.

Il mutuo a tasso fisso conviene sempre? Chi aveva un tasso variabile si disperava e cercava in tutti i modi di emigrare verso una rata più stabile. Ma il vento dell’economia è cambiato e con esso le sorti dei tassi d’interesse. Di conseguenza i tassi hanno iniziato una lenta ma progressiva discesa.
L’Euribor a tre mesi – il tasso interbancario usato come riferimento per i mutui variabili – ha registrato il 33° calo consecutivo, scendendo sotto il 4%, ai livelli precedenti alla crisi dei mutui subprime. Un’ottima notizia per chi ha un mutuo a tasso variabile.

E’ evidente che in questo contesto di discesa generalizzata dei tassi, bloccare una rata a una quota fissa rischia di non essere più conveniente. In altre parole, chi ha un tasso variabile potrebbe vedere la propria rata scendere naturalmente senza che questo comporti un allungamento della durata complessiva del mutuo.

Annunci

7 pensieri su “Mutuo: tasso fisso o tasso variabile?

  1. Forse non è proprio così. La volatilità del contesto va tenuta in debito conto. In ogni caso, chi ha un reddito fisso non mi pare faccia una buona scelta ad accendere un debito con tasso variabile: le fonti di rientro del debito hanno da essere congruenti con il tipo di debito.
    Poi, ovviamente ciascuno sceglie come crede, ma….
    luigi nonallineato

  2. LA QUESTIONE, FORSE, E’ UN’ALTRA: QUANDO RINEGOZIARE IL MUTUO A TASSO VARIABILE PER MIGRARE AD UN FISSO?

    IL MOMENTO IDEALE E’ PROPRIO QUANDO IL VARIABILE E’ AI MINIMI, PER SOTTOSCRIVERE UN FISSO (LA CUI RATA SARA’ SEMPRE + ALTA DEL VARIABILE) ALLE MIGLIORI CONDIZIONI POSSIBILI.

    LA MIGRAZIONE CHIESTA QUALCHE MESE FA, CON IL VARIBILE IN CRESCITA, SPINTI DAL TIMORE DI UNA RATA CHE CRESCEVA TROPPO, HA SI’ STABILIZZATO LA RATA , MA AD UN LIVELLO GIA’ ELEVATO E QUINDI POCO CONVENIENTE.

    UN CONSIGLIO A CHI HA ANCORA IL VARIBILE ED UN REDDITO FISSO E’ ALLORA IL SEGUENTE: MONITORATE LA DISCESA DEL VARIABILE E NON APPENA ACCENNERA’ A RISALIRE (PROPRIO PER EFFETTO DELLA VOLATILITA’ CUI DICEVA LUIGI NONALLINEATO) QUELLO PUO’ ESSERE IL MOMENTO MIGLIORE PER MIGRARE AL FISSO

  3. io o un mutuo dal 2004 variabile con opzione che posso fermare il mutuo fisso per 10 anni mi conviene passare al fisso a gennaio 2009

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...