Renato Brunetta: al parlamento UE è tra i fannulloni…

Renato Brunetta, che ha annunciato battaglia contro i fannulloni nella P.A, e’ stato tra gli europarlamentari italiani piu’ assenteisti.

Lo sottolinea il Piccolo di Trieste, che cita il sito web radicale ‘Fai notizia’, secondo cui il ministro si piazza al 611/mo posto come presenze tra gli europarlamentari, con una percentuale del 48,21%.

 Indici di partecipazione minori sono stati raggiunti da Pannella (47,14%), Di Pietro (44,29%), Veltroni (41,79%), Mastella (40%) e Dell’Utri

Annunci

18 pensieri su “Renato Brunetta: al parlamento UE è tra i fannulloni…

  1. Se rinasco farò il delinquente invece che il dipendente della P.A. forse avrò più rispetto e garanzie. è facile per il “Sig. Ministro” addossare la colpa delle inefficenze ai dipendenti quando si persegue una politica di tagli e ridimensionamenti. I miei arresti domiciliari saranno di due ore invece che una.
    E’ una vera caccia alle streghe invece di fare la guerra ai dipendenti pubblici ‘sto governo veda di risolververe i problemi della sicurezza, dell’immigrazione, la spazzatura a napoli… tutti irrisolti da anni.
    Brunetta e compagnia bella mi avete già disgustato.

  2. sicuramente il decreto Brunetta porterà ad una diminuzione delle assenze per malattia nella pubblica amministrazione, ma ciò non significa che non ci siano più di dipendenti pubblici che non stanno bene (erano tutti fannulloni); significa semplicemente che è diventato impossibile ammalarsi e quindi si è costretti ad andare a lavorare anche con la febbre o altri problemi; tutto questo è un grave passo indietro per quello che riguarda i diritti dei lavoratori, conquistati in anni di lotta sindacale.
    Non capisco perché i dipendenti privati debbano gioire di ciò: primo perché essere nella P.A. non significa aver conquistato chissà quale posto di privilegio, secondo perché se la politica sta andando contro i diritti dei lavoratori, il problema alla lunga è per tutti.
    Inoltre obbligare un lavoratore ammalato a stare “come punizione” a casa per 12 ore con pausa pranzo, è a dir poco aberrante; significa che se un poveraccio ha la febbre e vive solo, non ha nemmeno i diritto di addormentarsi per il timore di non sentire l’arrivo del medico fiscale (ah! ma che ingenuo che sono… non si sono dipendenti pubblici ammalati… ci sono solo fannulloni da prendere a calci nel sedere).

  3. l’errore di brunetta e’ di partire dal basso, invece bisogna partire dall’alto con il divieto di cumulo di cariche, e tasse ai parlamentari oltre che riduzione del loro numero, e riduzione del numero di comuni, e abolizione delle provincie con le loro poche mansioni date alle regioni.

  4. bisogna dire al mio amico brunetta che, invece di intervenire “a pioggia” e a “raffiche” contro gli statali che lavorano per pochi spiccoli al mese, … sarebbe più opportuno TOGLIERE le circa 150 euro mensili pagate ai senatori della repubblica quale indeenità per “PARRUCCHIERE”. SI, perchè dovete sapere che ogni senatore della rep, e non so se anche gli onorevoli (che non sono fannulloni come me che sono statale…) percepiscono una indennità mensile di 150 euro/mese. e perchè invece noi statali dobbiamo pagare il parrucchiere e andare al lavoro con malattia per non perdere soldi che non ce lo possiamo permnettere? BRUNETTA, RISPONDI…

  5. CARO IL MIO MINISTRO AMICONE BRUNETTA, MI SPIEGHI PERCHè IO, LAVORATORE DELLA P.A. DEVO ANDARE IN PENSIONE, SE TUTTO VA BENE QUANDO LA VITA è FINITA E voi politici e ministri, OLTRE A PRODURRE DANNO ALLA NAZIONE ANDATE IN PENSIONE DOPO 5 ANNI? QUESTA NON è UNA VERGOGNA? NON è UNO SPRECO?

  6. BRUNETTA DOVE SEI, VERGOGNA DELL’ITALIA, SPUTTANARE IL DIPENDENTE DELLA P.A. COME SE FOSSIMO LADRI!!! SEI SICURO CHE I LADRI SIAMO NOI??? E DIRE CHE HO VOTATO LA TUA COALIZIONE… E SILVIO DOV’è!!! VERGOGNATEVI.

  7. … CHE DIRE… VALI QUANTO PESI… O , VALI QUANTO SEI ALTO… (non mi spiego dove ti ha trovato berlusconi che, fino ad un mese fa stimavo tanto… )ma i suoi amici sono tutti così … poverino…

  8. […] Ma i moralisti ci sono un pò da tutte le parti politiche. E i falsi moralisti dove stanno? Magari uno di loro è il Ministro per la PA Brunetta, che se l’è presa così tanto con gli assenteisti della PA (se a torto o a ragione bisogna vederlo dai singoli casi, dato che è assurdo che chi abbia fatto dieci giorni di assenze dal lavoro perchè magari ha il padre malato e si sia beccato un influenza e lo possa dimostrare debba vedersi detrarre lo stipendio) e poi al Parlamento Europeo ha il 48,5% di presenze, tra i più assenteisti. […]

  9. Finalmente e’ arrivata la svolta nella P.A.!Il Ministro Renato Brunetta,che inizialmente anch’io ho criticato duramente per i cambiamenti apportati,sta facendo un ottimo lavoro.Sono una precaria della P.I. e precisamente una coll.scolastica,non sono mai stata una fannullona anzi piu’ volte nell’arco dei 9 anni di precariato dei Dirigenti scolastici mi hanno consigliato di lavorare di meno e di far lavorare i miei colleghi,che si lamentavano in qunato non soddisfatti della passione con cui svolgevo il mio lavoro.Dire che non esistano fannulloni mi sembra eccessivo come dire che lo siano tutti.Per anni molti miei ex colleghi dicevano apertamente di avere 36 giorni di ferie e 3 mesi di malattia all’anno e cosa ben piu’ grave non si limitavano a dirlo e basta.E’ vero che la regolamentazione applicata sulla malattia colpisce sopratutto chi e’ malato sul serio,ma nessuno,compresa me,ha mai denunciato chi approfittava a nostro discapito di un diritto acquisito.Smettiamo di mentire a noi stessi!Chi non ha mai avuto un collega che si ammalava sempre all’avvicinarsi delle festivita’ oppure chi non ha mai sentito di un insegnante che passava mesi malato in una localita’ turistica?Suvvia abbiam dato il nostro tacito consenso e adesso prima che la ns bell’Italia cada nel baratro qualcuno cerca di salvarla.Per anni nella P.A. ci si e’ sentiti intoccabili e adesso finalemente e’ ora della svolta.Un proverbio dice:paga il giusto per il peccatore.Io penso che nel nostro caso siamo tutti peccatori perche’ abbiamo sempre chiuso gli occhi su quello che accadeva e adesso ne paghiamo le conseguenze.

  10. MALGOVERNO NELLA P:A:in quel di Castelraimondo serve maggiore vigilanza e controllo sul territorio.Dal febbraio 2002 l’amministrazione comunale tiene,illegittimamente demansionato,estromesso,eliminato dall’ufficio il comandante dei vv.uu;(uno dei quattro dipendenti comunali laureati,di ottima condotta morale e civile,incensurato,senza alcun procedimento penale o giudiziario a carico),sostanzialmente senza fare quasi niente,a spese del contribuente.(Vedere sentenza immediatamente esecutiva,in internet,alla voce DEMANSIONAMENTO CAMERINO)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...