CGIA di Mestre: Roma la più penalizzata nell’abolizione dell’ICI.

E’ Roma la citta’ italiana che perdera’ gli incassi maggiori dall’abolizione dell’Ici, mentre Trieste e’ quella dove l’imposta ha il maggior peso. E’ quanto rivela il settimanale ”Economy”, in base a uno studio eseguito in esclusiva dalla Cgia, Associazione artigiani di Mestre.

Tra le prime 21 citta’ italiane, e’ Trieste quella dove il gettito dell’Ici per la prima casa ha il peso maggiore sul totale dell’incasso comunale. Con 19 milioni di euro nel 2006 a Trieste, l’Ici sulla prima abitazione vale il 40% esatto del gettito totale. Tra le 21 citta’ della classifica, a causa del taglio fiscale, Roma e’ quella che perdera’ la ”fetta” piu’ importante di incassi: quasi 352 milioni (sempre nel 2006) su un totale di 998 (il 35,3%). Secondo ”Economy”, Milano, che e’ al secondo posto, subira’ invece un calo di introiti di 155,4 milioni di euro su un totale di 407 (il 38,2%). Torino, la terza citta’ della graduatoria, con il taglio dell’Ici sulla prima casa perdera’ 94,3 milioni su 250 (il 37,7%).

Annunci

3 pensieri su “CGIA di Mestre: Roma la più penalizzata nell’abolizione dell’ICI.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...