Redditi on line: per il Garante della privacy sono illegali ma oramai…

  I redditi on line sono illegittimi. E’ questo il giudizio del Garante della Privacy che ha concluso l’istruttoria avviata sulla diffusione, tramite il sito web dell’Agenzia delle Entrate, dei dati relativi alle dichiarazioni dei redditi dei contribuenti italiani.

Il Garante, nel ribadire quanto già sostenuto nel provvedimento con il quale aveva immediatamente invitato a sospendere la pubblicazione dei redditi on line, ha stabilito che la modalità utilizzata dall’Agenzia “è illegittima”. L’Agenzia delle Entrate dovrà quindi “far cessare definitivamente l’indiscriminata consultabilità, tramite il sito, dei dati relativi alle dichiarazioni dei redditi per l’anno 2005“. Forse qualcuno dovrebbe spiegare al Garante cosa sia la rete, il web, internet!

La decisione dell’Agenzia – spiega il Garante – contrasta con la normativa in materia. L’Autorità ha poi rilevato che non è stato chiesto al Garante il parere preventivo prescritto per legge.

La domanda nasce spontanea. Adesso a cosa serve? Oramai i “redditi on line” rimarranno per anni sul web…

Annunci

2 pensieri su “Redditi on line: per il Garante della privacy sono illegali ma oramai…

  1. secondo me, ha seguito il volere popolare. E’ strano che abbia dichiarato illegale la pubblicazione di documenti che sono già pubblici. Sul piano legale, questa, mi sembra tanto una contraddizione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...