Pezzotta: la seconda repubblica è finita!

 ”Quattordici anni fa la cosiddetta seconda Repubblica prometteva governi efficienti, riduzione del debito pubblico, riavvicinamento dei cittadini alla politica. Non e’ accaduto nulla di tutto questo. Mi sembra che all’Italia serva qualcosa di nuovo, un soggetto della mitezza, moderato nell’accezione positiva del termine”. Lo ha detto Savino Pezzotta sulla nascita possibile della Cosa Bianca, nel corso della trasmissione quotidiana di Nessuno Tv ”Contro Adinolfi”. ”Vengo tirato per la giacca ogni giorno e ora io la giacca me la sono tolta. Pezzotta da solo non decide niente e non risolve niente. Certo -ha aggiunto-, immagino necessario un soggetto del riformismo personalista. Proprio nel personalismo si puo’ ritrovare una convergenza tra l’ispirazione cristiana e quella umanista: dobbiamo tornare al ruolo centrale della persona, delle donne e degli uomini che ogni giorno lavorano e faticano”.

Sulla crisi in atto del governo Prodi, Pezzotta ha detto: ”Sono tra i pochi che non si sono meravigliati della decisione di Prodi di andare al Senato, l’uomo e’ fatto cosi’ e facendosi battere in Parlamento tiene aperta la strada per mosse future. Piuttosto, mi incuriosisce Veltroni che ha detto che il Pd andra’ da solo alle elezioni: lo faccia, lo faccia anche Forza Italia, andiamo tutti da soli, magari potra’ esserci nella competizione anche la cosa nuova di cui ho parlato, ma se andiamo tutti da soli nessuno dovra’ soffrire dei ricatti reciproci successivi. E’ certo che noi non andremo in alleanza con nessuno e se questa cosa nuova nascera’ dovra’ essere nuova davvero, in cui i soggetti partecipanti si mettano in gioco sul serio. Certo noi non faremo una Udc allargata”. Alla domanda se potrebbe coinvolgere nel suo progetto Montezemolo, Pezzotta si e’ limitato a rispondere: ”Montezemolo? Recentemente non l’ho sentito, ma lo conosce bene, e’ stato mia controparte”

Annunci

3 pensieri su “Pezzotta: la seconda repubblica è finita!

  1. Progetti seri, porre mano alla legge 30, I CUS, porre in essere aiuti per le famiglie e gli italiani tutti che non riescono ad arrivare alla fine del mese. Una politica estera meno servile (non per questo antiamericana ma neanche all’opposto filoamericana al punto da essere zerbini) e più attenta alla pace e poi una riforma elettorale seria che sia l’espressione della volontà del Paese in collaborazione fra le parti politiche.

    Sarà utopia ma questo sarebbe necessario compiere, detto per grandi linee, allo scopo di rilanciare il Paese e dare nuovo entusiasmo verso la politica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...