Contestare il Papa perchè parla?

 L’intervento del Papa alla ”Sapienza”, in programma giovedi’ prossimo al termine della cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico, e’ ”un evento incongruo” che ”va annullato”. Lo sostengono sessantasette scienziati in una lettera indirizzata al rettore dell’Universita’ La Sapienza di Roma Renato Guarini. Tra i firmatari della lettera inviata al rettore della Sapienza compaiono i fisici Andrea Frova, Carlo Maiani, presidente del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr), Carlo Bernardini, Giorgio Parisi, Carlo Cosmelli. ”Magnifico Rettore – si legge nella lettera – con queste poche righe desideriamo portarla a conoscenza del fatto che condividiamo appieno la lettera di critica che il collega Marcello Cini le ha indirizzato sulla stampa a proposito della sconcertante iniziativa che prevedeva l’intervento di papa Benedetto XVI all’Inaugurazione dell’Anno Accademico alla Sapienza”.

Alcune domande nascono spontanee: e il pluralismo culturale? Questi pseudo-scienziati hanno paura di confrontarsi? Cosa c’è di sconcertante nell’ascoltare una persona che parla?

Annunci

8 pensieri su “Contestare il Papa perchè parla?

  1. infatti non c’è nessuno scandalo, a patto che il pontefice non valichi i confini nel suo discorso. ma a parte questo il punto della questione non è la partecipazione del papa, ma lo stato della laicità in italia. bisognerebbe “offendere” la chiesa su questione concrete e non su queste sciocchezze.

  2. D’accordo con Antonio. Questa bisognava risparmiarsela, anche perchè la semplice presenza del papa non costituisce certo un attacco alla laicità. uesti attacchi rabbiosi non fanno altro che screditare agli occhi della massa il movimento laico facendolo passare per una manica di estremisti. Molto meglio un confrointo serio e razionale su temi molto importanti, come l’aborto, l’uso del preservativo, ecc.

  3. Ma guarda te ‘sto qua che dà dello pseudo-scienziato a destra e a manca.
    Fammi capire, in base a cosa quel prefisso “pseudo”? Sei scienziato più di loro? Perché è l’unico motivo che ti consentirebbe (senza peraltro averne giustificazione) di poterlo usare.
    Vogliamo farei i nomi di codesti “pseudo” scienziati? E accanto tu ci scrivi perché ognuno di essi non è sarebbe uno scienziato?
    No, perché è un po’ comodo attingere a quel calderone di espressioni sciocche come questa senza poi renderne conto. Rendine conto.
    (e bada che non ho detto una parola sul Papa… quindi evita di darmi dell’anticlericale, ché non c’entra nulla)

  4. Come diceva levi-Strauss: “Lo scienziato non è colui che sa dare le vere risposte, ma colui che sa porre le giuste domande”. Lo scienziato, per definizione, ascolta, osserva, rileva… Uno scienziato che vieta a qualcuno di parlare che senso ha?

  5. Concordo che deve poter parlare.

    Io ho parlato della stessa cosa (peraltro ultima ora visita annullata) e concordo che debba poter parlare, credo sia anche giusto il diritto di contestarlo e forse la possibilità di fare domande alla fine sarebbe stato più democratico.

  6. Credo che dovresti portare un po’ piu’ di rispetto nei riguardi di persone che tengono alto il nome del nostro paese in campo scientifico. Se poi neanche sai di chi parli allora puoi anche evitare appellativi gratuiti quali “pseudo-scienziati”.
    In quanto persone, i fisici della sapienza hanno espresso il loro diritto di critica, ritenendo inappropriata la presenza del Papa all’inaugurazione dell’anno accademico. Le proteste degli studenti possono essere state strumentali e comunque vanno distinte da quello che e’ stato un puro esercizio di critica. Io non trovo appropriato che una persona con cui lavoro venga a casa mia nel giorno del mio compleanno, perche’ lo voglio passare con i miei parenti. I fisici della Sapienza hanno ritenuto che la presenza di papa Ratzinger era inopportuna il giorno di inaugurazione dell’anno accademico.
    Chiaro?

  7. ho sentito dire che il problema era nell’aver affidato la lectio magistralis di inaugurazione dell’anno accademico non a un docente dell’università; insomma una questione di principio, non di “sostanza”… forse sotto questo aspetto ci si può pure stare, ma il problema è mooolto ambiguo, secondo me

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...